2009-11-10

Agricoltura: Subito Stato Di Crisi

Autore: Fonte: ansa.it

Lo chiede la Cia, prezzi sui campi in caduta libera



(ANSA) - ROMA, 10 NOV - Subito lo stato di crisi per l'agricoltura. Lo chiede la Cia in una lettera inviata al premier e al ministro delle Politiche agricole Zaia. Per la Confederazione degli agricoltori la situazione e' sempre piu' difficile davanti all'emergenza dei produttori stretti tra costi e oneri contributivi insostenibili e prezzi sui campi in caduta libera. Una situazione 'disastrosa che richiede immediati interventi' - denunciano - per evitare un tracollo che comporterebbe la chiusura di tantissime aziende. 'E' indispensabile dichiarare lo stato di crisi - scrive il presidente della Cia Politi - perche' gli imprenditori agricoli, i cui redditi si sono dimezzati, non sono in grado di operare con la dovuta incisivita'; sospendere quindi i pagamenti sia dei contributi previdenziali che delle tasse - continua - sarebbe una boccata d'ossigeno'. Secondo Politi sono molti infatti i produttori che non sono nelle condizioni di pagare ne' gli oneri sociali, ne' assolvere alle scadenze fiscali. 'Troppe le promesse non mantenute - conclude il presidente -, i sei decreti legge anticrisi non contengono validi interventi a sostegno delle imprese agricole, la finanziaria 2010 toglie risorse, per non parlare del mancato finanziamento del Fondo di solidarieta' per le calamita' naturali'. (ANSA)